Il cerchietto alla fine della via Segesta

Il cerchietto alla fine della via Segesta

Maggio 11, 2019 2 di Giusi Navarra

La guida nel nostro traffico cittadino è pressoché tranquilla, tranne che in alcuni noti punti di vero e proprio caos, ma nelle vicinanze del nostro “bel cerchietto” alla fine della via Segesta la situazione è a dir poco esilarante.

Il comportamento degli automobilisti in prossimità del famoso “incrocio arrotondato” mi ricorda il gioco dei bambini del Nascondino, ma non la parte quando ci si nasconde, bensì quella quando si esce dal nascondiglio e con circospezione ci si avvicina al luogo chiamato in dialetto “la bumma”, che deve essere toccato prima di tutti gli altri.

Bene, gli automobilisti procedono ad andatura regolare da tutte le direzioni, appena però giunti in prossimità della “aiuola” prima menzionata, guardano con finta distrazione le macchine provenienti dalle altre vie e … incredibilmente accelerano, cercando di arrivare per primi a toccare il “cerchietto”!!!

Se non fosse molto pericoloso ci sarebbe da ridere … è assurdo che in prossimità di un quadrivio tutti pensano ad accelerare,  invece che a rallentare!!!

Caso a parte sono gli automobilisti che provengono da Scopello, anche se ci si trova dentro la “rotonda” (per una volta voglio chiamarla così!) tagliano la strada e passano per primi. Perché vengono da destra? Ma non è questa la regola delle rotonde!!!

Concludendo, penso che il “cerchietto” ha confuso le idee sul Codice della Strada un pò a tutti e spero che continueremo sempre a riderci sopra …